poesiaoggi

POETICHE VARIE, RIFLESSIONI ED EVENTUALI …

Corpi

cerchiamo un corpo più giovane
dimenticando che il nostro
non lo è più
e gli ultimi fuochi
reclamano un pompiere
che accorra con calma
e spenga l’immaginazione
di noi bambini
che sogniamo quel vecchio
ancora lontano
e quando si avvicina
scappiamo
e fingiamo di essere altri

Matricola

sono la matricola 524.
dunque ho un nome.
mi chiamo Cinquecentoventiquattro.
non sono allora un numero.
come sono contento.
e pensare che ero convinto
di essere un codice fiscale,
il numero di un citofono,
l’ehi tu detto da un passante,
una carta di credito,
una password con
una data di scadenza.
sono la matricola 524.
dunque ho un nome.
mi chiamo Cinquecentoventiquattro.