poesiaoggi

POETICHE VARIE, RIFLESSIONI ED EVENTUALI …

Ma è poesia…questa?

facendo casualmente un salto alla fiera del libro di Siviglia si notavano anche lì centinaia di piccoli-medi editori con la loro scuderia di centinaia di poeti catalani. Gli editori avevano in mano un megafono per declamare i versi dei loro autori e per attirare gli occasionali passanti . ero l’unico ascoltatore e i 42 gradi di temperatura scoraggiavano, forse, la presenza di qualsivoglia astante.
poi ho pensato anche alle nostre piccole fiere dove centinaia di editori espongono il loro vasto catalogo di centinaia di autori. chiedendo, poi, a qualche editore spagnolo se conoscesse qualche poeta contemporaneo italiano la risposta è stata negativa. dunque ciascuno ha il proprio orticello in cui coltiva i propri autori che non interagiscono con gli autori degli altri orticelli ( tranne rare eccezioni ). Ho subito considerato che, probabilmente, la poesia è diventata un mercato delle vacche o un “mercato dei tori” essendomi recato a Siviglia.

Migliaia di editori sparsi per l’Europa, milioni di scrittori dispersi tra anonimi cataloghi, ma è poesia… questa?

Flamenco a Siviglia

Citazione di Ennio Flaiano

Da ragazzo ero anarchico, adesso mi accorgo che si può essere sovversivi soltanto chiedendo che le leggi dello Stato vengano rispettate da chi governa

( Ennio Flaiano )