Sulla poesia triste…

di poesiaoggi

curiosando tra i vari siti o gruppi di poesia mi soffermo spesso e volentieri sui commenti dati alle liriche di autori ivi presenti. Uno dei più ricorrenti è il seguente: “ Questa poesia è triste ”. Cosa significa? Che la poesia non è buona perché genera angoscia, costernazione? Chi l’ha detto che la poesia deve essere allegra? Ma codesti commentatori o presunti poeti hanno mai letto Dante, Petrarca, Leopardi, Foscolo, i crepuscolari e via discorrendo? Hanno mai letto, più in generale, un libro di Poesia? Temo di no preoccupati, forse, più dal rimuovere tutto ciò che disturba il loro quieto vivere fatto di egoistici sogni illusori.