All’Incubatore si coltiva l’editoria del futuro – Salone Internazionale del Libro – Torino

di poesiaoggi

L’Incubatore è il progetto del Salone Internazionale del Libro dedicato alle case editrici con meno di 24 mesi di vita e non legate a grandi gruppi editoriali. Ospitato nel Padiglione 3 del Lingotto Fiere, l’Incubatore si conferma, al suo settimo anno di vita, un’opportunità di visibilità unica per le nuove realtà editoriali, che hanno la possibilità di partecipare alla più importante manifestazione italiana dedicata all’editoria a condizioni speciali – costi contenuti, sala incontri gratuita, agevolazioni sulle spese di soggiorno – e di verificare direttamente sul campo la validità dei propri prodotti. All’Incubatore sono previsti, inoltre, momenti di confronto con distributori, librerie e operatori del settore, grazie a una serie di incontri a dimensione business organizzati nella Sala Incubatore: un’opportunità per gli editori dell’area di individuare le strategie migliori per farsi strada nel mercato editoriale. Qui di seguito alcune delle case editrici che ad oggi hanno già confermato la loro partecipazione all’edizione 2013 dell’Incubatore.

Segui Incubatore su facebook e twitter.

Marco Saya edizioni – Milano (MI)

Marco Saya Edizioni è una neo casa editrice, nata nel 2012, che si occupa prevalentemente di poesia contemporanea. Perla rara nel panorama editoriale attuale, la poesia, per la sua fragile bellezza, ricopre oggi un ruolo fondamentale nella nostra cultura e civiltà e per questo assume un valore ancora più inestimabile. Questa giovanissima realtà editoriale può già vantare un ricchissimo e variegato catalogo. Sono già molti infatti i suoi titoli e altrettanti in preparazione. Marco Saya Edizioni, poi, oltre alla poesia, pubblica anche narrativa, saggistica varia e contributi sulla musica jazz. Le pubblicazioni sono suddivise in quattro collane: Poesiaoggi (dedicata appunto alla poesia), Segni (prosa), Graffiature (saggistica), Assoli (jazz). Questa casa editrice è fortemente caratterizzata dallo spirito curioso e poliedrico del suo fondatore, Marco Saya, che le ha regalato anche il nome e ne cura i contenuti. La linea editorale rispecchia dunque le sue curiosità e i suoi interessi più profondi, mantenendo una forte connotazione rivolta a tutte le arti, non solo narrative. Marco Saya, che è anche un musicista jazz, ha partecipato inoltre a numerosi concorsi letterari, ottenendo ottimi riconoscimenti.

continua su … http://www.salonelibro.it/it/salone/incubatore.html

stand

Annunci