Invasori ( 2008 )

di poesiaoggi

qualcuno li chiama invasori.
sbarcano sulle nostre coste.
gusci di barchette, odori di povertà.
cambieremo vita”, dicono gli occhi.
abbandonano le zattere.
i lager dell’accoglienza
ora li accolgono.
la miseria li scorterà
per sempre.

qualcuno li chiamava invasori.

barcone

Annunci