Libreria Ugo Mursia, Via M. Gioia, 45 Milano – Martedì 28 gennaio ore 18,00

di poesiaoggi

Nell’ambito della rassegna internazionale Traghetti di poesia, martedì 28 gennaio 2014, presso la Libreria Ugo Mursia Editore si svolgerà l’incontro:

Generazioni in poesia e narrativa
a cura di Guido Oldani

Intervengono Beppe Mariano, Stefanie Golisch con Adelmina Albini, Luca Vaglio e Annelisa Addolorato.

Libreria Ugo Mursia
Via M. Gioia, 45 Milano
Martedì 28 gennaio ore 18,00

Beppe Mariano con: “Il seme di un pensiero (Poesie 1964-2011)” . Aragno Ed. (Torino, 2012)
l’autore ha la fortuna di vivere di fronte al Monviso: che vuol dire, rispetto alle grandi città, sguardo, aria e mente depurati. Ma i rapporti umani sono ugualmente pessimi… giacché la globalizzazione appesta ovunque.
Infatti nelle sue poesie il Monviso è un’allegoria della bellezza, che, come la poesia, non ha più status in un mondo che si compiace della bruttezza; ed è anche menhir della maternità, del pensiero verso l’oltre…

Stefanie Golish con Adelmina Albini e una loro traduzione di:
“Terrence des Pres: il sopravvivente. Anatomia della vita nei campi di morte”. Mimesis Ed. (Milano, 2013)
Un saggio profondo e appassionato, che spazia dall’antropologia alla sociologia,dalla psicologia alla biologi, intrecciando la letteratura con una fitta rete di testimonianze che danno spessore alle domande fondamentali intorno a cui si dipana la trattazione: Come può l’uomo sopravvivere in condizioni estreme? Quali strategie sono necessarie per riuscire a opporsi alla morte e infine vincerla?

Luca Vaglio con: “Milano dalle finestre dei bar”. Marco Saya editore. (Milano, 2013).
Le poesie del libro, molte delle quali sono ambientate nei bar di Milano, cercano di sondare una dimensione dell’esistere a partire dall’osservazione delle persone e dal rapporto con le cose. Scrive Guido Oldani nella postfazione: “Sull’usura del nostro abusato linguaggio, riesce a prevalere l’ossigeno della dizione”.

Annelisa Addolorato con: “My voice seeks you”. Cross Cultural Communications (New York 2013)
Silloge poetica bilingue divisa in tre parti che raccoglie i testi delle due prime raccolte (pubblicate in Spagna) con un’apertura finale verso i suoi testi più recenti. La prima parte è contraddistinta da brevità (tra aforisma e haiku) e uno sguardo al misticismo orientale; la seconda propone una peculiare ricostruzione di Pompei ed Ercolano, insieme alla quella dell’identità umana per chiudere con una nuova poesia di matrice meditativa e ancora orientale.

Annunci