Sfida

di poesiaoggi

Mi guardava con sfida,
fiera della propria nudità,
una vergine in trepida
attesa. Tentennavo,
temevo di ferirla, sporcarla,
deluderla. E se fosse finita male?
E se non l’avessi mai più rivista?
Indugiavo, prendevo tempo.
Lei mi fissava, passavano le ore.
Finché mi decisi, avvicinai lentamente
la penna e le scrissi.
La pagina bianca si sentì,
così, appagata.

Annunci