Metropolipercussivando

di poesiaoggi

tum tum-tum trak tutututum-trak tum tum-tum trak tutututum-trak
tum tum-tum trak tutututum-trak tum tum-tum trak tutututum-trak

il giovane drummer bacchetta su pentole unte scandendo le voci del rione

du-du-du-du unoun du-du-du-du unoun du-du-du-du unoun du-du-du-du

the bass funkeggia e “fa la cosa giusta” – Spike segue il black morto ammazzato

tutti moriamo coralmente più o meno (more or less) ammazzati

let it be
let it be
let it be

(breve elenco)

nei vicoli
nei ghetti
nei mercati
sotto un trattore
sotto una bomba intelligente
per il fuoco amico

still a friend of mine, oh still a friend of mine
still a friend of mine, oh still a friend of mine
still a friend of mine, oh still a friend of mine

davanti a un bar- qualsiasi
nei letti
nei cantieri
nelle strade

on the road again
on the road again
on the road again

ricordo al luna park
povero orso – s’alza e si accascia
morto ammazzato
povero peluche (anche lui)

rarefatte pause
rare rare rare ra-a-a-re-e-e

ticchettio di tacchi
tacchete tacchete tacchete tac-che-te-e-e-e

tacchi assassini
tacchi rampanti
tacchi demotivati
tacchi demotivanti
tacchi stanchi
tacchi tristi

la metro rimbomba
il sax coltraneggia
su sgabello

a love supreme
a love supreme
a love supreme

visione abbassata
riconosce
dai tacchi
dalla fretta
delle suole
dalla lacrima
che si spiaccica-a-a-a
da una voce soprana
da un vomito
( lasciato lì.
per caso.
)

e …

tum tum-tum trak tutututum-trak tum tum-tum trak tutututum-trak
tum tum-tum trak tutututum-trak tum tum-tum trak tutututum-trak

il giovane drummer bacchetta su pentole unte scandendo le voci del rione

Annunci