Franco Castellani, Niente mai, Marco Saya edizioni

di poesiaoggi

Carteggi Letterari - critica e dintorni

di Giulio Maffii

niente maiNiente mai (Marco Saya edizioni 2015) è l’opera prima di Franco Castellani e raccoglie in maniera organica poesie che erano apparse su riviste specializzate quali Semicerchio, Satura e L’immaginazione. Castellani è stato allievo di De Robertis la cui lezione è sicuramente presente nel corpo della raccolta.
In questo compatto lavoro c’è anche molto altro. Per scrivere, scrivere ad un certo livello e distaccarsi dalla massa delle pubblicazioni inutili, necessita una preparazione. Il poeta deve essere adeguatamente preparato, non lasciare alla sola immaginazione ed inventiva la presunzione di completezza. La banalizzazione poetica che trova forma nelle pubblicazioni che non avranno mai vita pur avendo una consistenza fisica, è uno dei mali della poesia moderna, in quest’era di virtualità e autoesaltazione di ego e pensierini spacciati per versi.
Castellani sfugge a tutto questo. Il suo libro recupera la lezione del Novecento. Vi sono echi che non passano inosservati, non…

View original post 319 altre parole

Annunci