Distanze di Ben Simon

di poesiaoggi

Fughe_dal_centro#

Il Dio dei maschi
ci ha regalato
una stupefacente via d’uscita:
scusami amore
adesso
ho la partita.

Milano (forse). Gennaio 2012 – dicembre 2014. In tre anni un autore italiano (o un’autrice) ha scritto brevissimi versi danzanti, saggezze massime e minime, autoironie ritmiche, sincopi geometriche, giochi di parole, aforismi poetici. Lo pseudonimo Ben Simon pubblica ora per un editore milanese la raccolta distanze, distinta in 8 gruppi di componimenti, alcuni più articolati (“Quasi haiku”, “Ami d’amore e strette di mano”), altri ridotti o addirittura pezzi singoli (“Finali”, “Parole”). Ai tempi di faccine e tweet è un divertito aggraziato esperimento di comunicazione allegra, un adattamento di metrica e punteggiatura: “Prima di rovinare/tutto/facciamo un patto./Mi tengo/il letto sfatto./E tu/ti prendi/il gatto.”

(Recensione di Valerio Calzolaio)

http://theblogaroundthecorner.it/2015/03/le-brevi-di-valerio4-ben-simon/

Copertina_Simon-page-001

Annunci