non ve ne siete accorti?

di poesiaoggi

non ve ne siete accorti?

la città è sempre illuminata.
troppa luce spaventa Morfeo
e dita agitate pestano keyboard
in percussioni scomposte tra le note
di un’alba già stanca all’inizio.
imbottiti di prozac manichini insonni
si tuffano nei rumori rii di umorali viscere
e la sera pervade la notte fonda
dei pensieri persi tra il vuoto delle dita.

non ve ne eravate accorti?

situazione_temporanea cover

Annunci