Ho preso un foglio

di poesiaoggi

Ho preso un foglio,
ma la mia mano
d’improvviso è presa da un crampo,
e qualcuno dice:
dimentica la tua scienza.
Ecco, questo foglio –
ma questo foglio
è davvero un foglio?
È tempo, luce, acqua,
corteccia e cellulosa,
oggi è cenere,
domani è vetro,
è un bambino, un agnellino, un vitellino,
tabula rasa, rame
e soffice lino.
Guarda, per il foglio
sulla tua scrivania bruciare
è più lieve
che essere definito.
È avvampato, è svanito.

Alla Gorbunova dalla raccolta La rosa dell’Angola curata e tradotta da Paolo Galvagni. KELEN, collana internazionale diretta da Antonio Bux

Copertina_Gorbunova-page-001

Annunci