poesiaoggi

POETICHE VARIE, RIFLESSIONI ED EVENTUALI …

Mese: ottobre, 2018

Vi aspettiamo!

L'immagine può contenere: testo

Il Maradagàl cambia veste grafica!

Il Maradagàl cambia veste grafica! Diego Barbolini realizza per noi il nuovo logo, mentre il progetto grafico e l’impaginazione sono a cura di Davide Sottile. Sono arrivate le prove di stampa: presto un’anteprima per cominciare a conoscere il nuovo Maradagàl realizzato in collaborazione con lo IED Milano. Vi anticipo anche la data del lancio: mercoledì 24 ottobre, ore 18.30, vi aspettiamo nell’Aula Magna dello IED. Potete seguirci sempre anche su Instagram e Twitter.

Evento letterario

El silensi d’i foj drua

con Davide Romagnoli, Paolo Cerruto, Nino Iacovella

«Le cose che vediamo e tocchiamo ci sono. Quelle che non vediamo e tocchiamo le mettiamo in discussione. In queste poesie anche quello che si vede e si tocca viene messo al vaglio: le sostanze, le costitutive del fiore, le risposte della scienza, le componenti dei colori. Se fosse il contrario la scienza non esisterebbe neanche, perché non ci sarebbe indagine e dubbio. Ogni volta c’è qualcosa che non conosciamo. È quello che viene suscitato in ognuno di noi, quello che sembra inafferrabile. Non è il colore, l’odore, ma la vita stessa del fiore, la pioggia, la casa, il camminare della gente, di se stessi: tutto ci mette davanti al mistero. […] Quello che si nota nella poesia di Romagnoli è l’emozione di fronte al mistero delle cose. Il proprio dubbio e la propria consapevolezza di fronte al non sapere, in un rapporto simpatetico con le cose e il mondo intorno»
(dalla prefazione di Franco Loi)

Davide Romagnoli presenta El silensi d’i foj drua (Marco Saya Editore), con Paolo Cerruto e Nino Iacovella.

13 ottobre 2018 — ore 19.00

verso libri, incontri, bar

corso di Porta Ticinese, 40
(angolo via De Amicis)
20123 Milano

tel. 02 83 75 648

bus 94 — Colonne di S. Lorenzo
tram 3 — Colonne di S. Lorenzo
tram 2, 14 — piazza Resistenza Partigiana
M2 — S. Ambrogio
M3 — Missori

verso – libri, incontri, bar

ANTEPRIMA EDITORIALE – Valentina Murrocu, “La vita così com’è” (collana Sottotraccia, a cura di Antonio Bux, Marco Saya Edizioni)

DISGRAFIE - blog di poesia a cura di Antonio Bux

0001 (24)
La poesia di Valentina Murrocu (Nuoro, 1992), parte sostanzialmente da un’osservazione di tipo cogitante ed oggettivante dell’esistenza, per dare però senso all’io, all’angoscia che questo io mentale rigetta sull’io fisico, sull’io materico. E il risultato di questo inceppamento quasi robotico è un verso disturbato, sincronico, che genera un corto circuito sintattico, ma a sua volta anche una sinapsi poetica tra l’invocazione scrivente e il sentimento evocativo. Dunque non è soltanto poesia di un certo sperimentalismo, quella della Murrocu, ma è soprattutto un solco di pietra psichica e animale, una specie di monolitica appartenenza al contemporaneo, ma a quel contemporaneo positivo, ossia a quel contemporaneo privo di facili sentimentalismi ma ben conscio del suo diventare carne ed etere verso la pura assenza. Ed è così che in questo suo tentativo di distruzione/ricreazione – attivato attraverso un sistema di interscambi verbali/semantici serratissimo – la poetessa prova a dare voce all’annosa e umanissima…

View original post 501 altre parole