ANTEPRIMA EDITORIALE – Gino Giacomo Viti – “Charlie” (collana Sottotraccia N. 10, diretta da Antonio Bux, Marco Saya Edizioni, Milano 2019)

di poesiaoggi

DISGRAFIE - blog di poesia a cura di Antonio Bux

Gino Giacomo Viti, giovane poeta dei castelli romani, è alla sua seconda pubblicazione poetica; anche se, a sua detta, intende questo libro come il suo esordio assoluto. Ed è un esordio dall’effetto estremo: un canto, tanto alla vita quanto all’assenza, che prende nome e forma di Charlie, un fantasma che è forse l’anima stessa del poeta, che qui si fa specchio irriflesso e insondabile, risonanza di un io altro, sedimentato fin dalla nascita e oltre la morte. Un lavoro dalla struttura poematica e dai forti connotati lirici, pur essendo dialogico, e pregno di un intercalare tra gli spazi metrici e l’abbandono, quasi fosse liturgia d’addio e di testimonianza la poesia, che da un lato si canta mentre dall’altro prende forma come preghiera o celebrazione di rito. Ma non soltanto rito inteso come solennità promessa al vacuo o prolungata litania silenziosa; ma una sorta di esorcismo teso a risanare il male…

View original post 478 altre parole