poesiaoggi

POETICHE VARIE, RIFLESSIONI ED EVENTUALI …

Promozione valida sino al 31/12/2019

Nel catalogo della casa editrice i titoli delle varie collane. Fatevi un bel regalo con il 20% di sconto sino al 31/12/2019 sullo shop online del sito applicando al momento dell’acquisto il codice coupon sotto riportato. http://marcosayaedizioni.net/shop-online
Una volta che siete entrati sullo shop online del sito scegliete il libro da acquistare. Inserite il promo code CHRISTMASALE 2019 e avrete lo sconto pari al 20. La promozione, ricordo, è valida solo fino al 31 dicembre. Approfittate dello sconto sul sito, più vantaggioso rispetto a quello proposto dai vari distributori online.

promozione2promo1

Sonia Lambertini, Perlamara

Roberto R. Corsi

512px-Panorama_auf_St._Veit_im_Pongau_mit_Schloss_Schernberg.jpeg

Nelle sempre più rarefatte occasioni in cui qualcuno si cimenta nella lettura di un mio testo, si tratta di gente comune: amici, parenti, vicini di ombrellone incuriositi… Da fulminato a elitario, gli aggettivi che raccolgo e conservo mi danno conto del letto di Procuste in cui giace la mia poesia, forse quella di tutti o di molti: un sillabario per gli addetti ai lavori, un Codex Seraphinianus per le persone che vorresti attrarre alla lettura poetica. Cambiare il fianco su cui si riposa, ossia subire la lenta, “PrimoLeviana” forza di erosione del giudizio esterno, è naturale, in qualche misura inevitabile; riscontrabile – se si è appena accorti – anche in chi si dichiara platealmente estraneo a tutto ciò.
Questo mi fa riflettere su come – in nome della chiarezza o delle metrics delle soglie di attenzione del pesce rosso – oggi si sia perso molto del “tesaurizzabile” della lettura…

View original post 629 altre parole

O SORRISO, IL PRIMO SORRISO, IL NOSTRO, scritto da Alida Airaghi

Tra le innumerevoli pubblicazioni in italiano dell’opera di Rainer Maria Rilke (Praga 1875 − Montreux 1926), l’ultima in ordine di apparizione è un’antologia che propone, con testo a fronte, un centinaio di poesie d’amore tratte da varie raccolte composte tra il 1897 e il 1908.

Edito per i tipi milanesi di Marco Saya, il volume Silenzio e tempesta è stato curato e pregevolmente tradotto da Raffaela Fazio. In maniera pregevole, sottolineo, perché i versi di Rilke, già di per sé musicalmente irradianti, vengono resi qui con un’attenzione particolare al suono, e anche perché la traduttrice (poetessa, studiosa di iconografia e di storia delle religioni) riesce a completarne la fascinazione timbrica e semantica attraverso sensibili intuizioni trasformative. Per fare subito un esempio di questa particolare abilità di Rafaela Fazio, nella prima poesia del libro, dove Rilke scriveva “Komm du mit mir. Es solls kein Morgen wissen” (Vieni con me. Nessun mattino lo deve sapere), la versione proposta suona: “Vieni. Il mattino non avrà sospetto alcuno”.
Troppa libertà? Non mi pare. Semmai un’interpretazione emotivamente partecipe che mira a ricreare un’atmosfera di tacita e solidale alleanza tra i due amanti.
Tutte le poesie qui raccolte esalano appunto l’atmosfera di silenzioso, quasi segreto, accordo tra due attese, non comunicabile al resto del mondo, incapace di comprendere la delicata intensità del trasporto che le lega: la traduzione tende proprio ad accentuare il sentimento talvolta addirittura estenuato, tipico della poesia erotica rilkiana. Poeta ossessionato dall’amore, spesso elevato a una spiritualità disincarnata, priva di ogni ansia di possesso e dominio, ma trasfigurante il dato reale in favore dell’invisibile, dell’irraggiungibile, di un’armonia che si serve di indizi e formule terrene per arrivare all’ultraterreno: “La campagna è chiara, il pergolato scuro. / Tu parli piano e un miracolo è imminente. / La mia fede dispone ogni tua parola / come sacra icona sul viottolo silente. // Ti amo. Sulla sdraio del giardino sei distesa; / dormono in grembo, bianche, le tue mani. / Spola d’argento, la mia vita riposa / in loro potere. Fa’ che il filo si dipani!”, “La mia anima come trattenerla / che la tua non sfiori? Come elevarla, / sopra di te, ad altro?”.
La passione, il tormento che sfibra le anime e i corpi di chi si desidera, sembra in realtà quasi per il poeta un pretesto letterario, nella sua classica e studiata solennità: “Solleviamo silenzio e tempesta / e questi ci formano entrambi. / Tu ‒ come seta il silenzio ci veste. / Io − fatto torre dalle tempeste…”.
Ci sono descrizioni fisiche, nelle liriche qui raccolte, ma rare, e talmente sublimate da risultare eteree, immateriali: “Così, se tu venissi, per placarmi / mi basterebbe sfiorare appena / la giovane curva della tua spalla / o il punto dove il seno preme”, “Alle tue

 

labbra non lasciarmi 

bere: / sulle bocche è la rinuncia che ho bevuto. / Nelle tue braccia non farmi sprofondare: / dalle braccia io non sono trattenuto”, “Dalle tue ascelle ho scacciato grigi serpenti / d’amore. Ora, come su pietre cocenti, / su me riposano, intenti / a digerire grumi di piacere”, “O sorriso, primo sorriso, il nostro. / Era una sola cosa: respirare il profumo dei tigli, / ascoltare la quiete del parco, guardarsi / di colpo negli occhi, stupirsi fino al sorriso”.

Nella postfazione Massimo Morasso commenta così i versi antologizzati: “Una lettura amorosa dei testi d’amore del più amoroso fra i più significativi poeti lirici del ’900 tedesco” ed esprimendo ammirazione per la versione “rivitalizzante… post-novecentesca” della Fazio, ne loda il tono “umile e concentrato” in grado di re-inventare il linguaggio rilkiano.
Allora, a proposito di questa intraprendenza traduttiva, è interessante segnalare almeno un’altra originale riscrittura della curatrice, audacemente intesa a preservare l’eco di rime e assonanze dell’originale: “Mir ist, als ob ich alles Licht verlöre. / Der Abend naht und heimlich wird das Haus; / ich breite einsam beide Arme aus, / und keiner sagt mir, wo ich hingehöre”. (alla lettera: “Per me è come se perdessi ogni luce. La sera si avvicina e nel segreto sta la casa; io solitario allargo le braccia, e nessuno mi dice a dove appartengo”). Trasposizione risolta in questo modo: “Mi sento come se perdessi ogni luce. / La casa si fa segreta. È quasi sera. / Apro le braccia, solo: dov’è la mia dimora? / Nessuno parla, nessuno me lo dice”.
Senz’altro più vicina al gusto dei lettori di oggi.

Rainer Maria Rilke
Silenzio e tempesta

a cura di Raffaela Fazio
postfazione di Massimo Morasso
Marco Saya Edizioni, Milano, 2019
pp. 121 (testo tedesco a fronte)

Bibliografia:

Di Rainer Maria Rilke:
I quaderni di Malte Laurids Brigge, Garzanti, Milano, 2014
Poesie, Einaudi, Torino, 2014
I racconti, Guanda, Milano, 2016
Lettere a un giovane poeta, Mondadori, Milano, 2016

Su Rainer Maria Rilke:
Furio Jesi, Esoterismo e linguaggio mitologico. Studi su Rainer Maria Rilke, Quodlibet, Macerata, 2002
Romano Guardini, Rainer Maria Rilke. Le Elegie duinesi come interpretazione dell’esistenza, Morcelliana, Brescia, 2003
Paola Capriolo, Rilke. Biografia di uno sguardo, Torino, Ananke, 2006
Giuseppe Bevilacqua, Rilke. Un’inchiesta storica. Testimonianze inedite da Anceschi a ZanzottoBulzoni, Roma, 2006
Daniela Liguori, Rilke e l’Oriente, Mimesis, Milano, 2014
Hanna Arendt, Günther Anders, Le Elegie duinesi di R. M. Rilke, Asterios, Trieste, 2015
Lou Andreas-Salomé, Rainer Maria Rilke. Un incontro, SE, Milano, 2019
Peter Szondi, Le “Elegie duinesi” di Rilke, SE Milano, 2019

http://www.ilpickwick.it/index.php/letteratura/item/3968-o-sorriso-il-primo-sorriso-il-nostro?fbclid=IwAR0IeBsOPa7kPuxzJVwzPD32s5fE2dlWl_2y96pNGGo5pVNCVFNkob9MFRU

 

Nasce la collaborazione tra Marco Saya Edizioni e La Digital Division di Casalini Libri

Nasce la collaborazione tra Marco Saya Edizioni e La Digital Division di Casalini Libri che da circa vent’anni cura la messa online, la distribuzione e la vendita di pubblicazioni digitali. Torrossa, nome della sede storica di Casalini Libri a Fiesole, si propone come un punto di riferimento nell’ampio panorama delle pubblicazioni scientifiche accademiche, offrendo il maggior numero di e-books e di e-journals on line, in particolare italiani e spagnoli, per l’acquisto da parte dell’utente privato e per la sottoscrizione da parte di biblioteche, istituzioni e organizzazioni. Casalini Libri, fondata a Firenze da Mario Casalini nel 1958, è oggi uno dei principali fornitori di pubblicazioni provenienti da tutta l’Europa mediterranea a biblioteche e istituzioni di tutto il mondo.

Da oggi è possibile acquistare sulla piattaforma digitale Torrossa della Casalini diversi libri in PDF della collana di saggistica e poesia contemporanea nonché di letteratura internazionale. E’ anche disponibile il quarto numero della rivista Il Maradagàl a cura di Sara Calderoni.

Enzo Campi
Artaud, il supplizio della lingua
2018 – Marco Saya Edizioni

Libro, La parola informe : esplorazioni e nuove scritture dell’ultracontemporaneità, Sonia Caporossi, Marco Saya edizioni
2018 – Marco Saya Edizioni

Libro, Da che verso stai? : indagine sulle scritture che vanno e non vanno a capo in Italia, oggi, Sonia Caporossi Marco Saya edizioni
2017 – Marco Saya Edizioni

Libro, Il colpo di coda : Amelia Rosselli e la poetica del lutto, Enzo Campi Marco Saya edizioni
Il colpo di coda : Amelia Rosselli e la poetica del lutto
2016 – Marco Saya Edizioni

Libro, Pasolini : la diversità consapevole, Enzo Campi Marco Saya edizioni
Pasolini : la diversità consapevole
2015 – Marco Saya Marco Saya

Raffaela Fazio | Rilke, Rainer Maria, 1875-1926
Silenzio e Tempesta : poesie d’amore
2019 – Marco Saya Edizioni

https://www.torrossa.com/it/publishers/marco-saya-edizioni.html

 

ANTEPRIMA EDITORIALE – Gino Giacomo Viti – “Charlie” (collana Sottotraccia N. 10, diretta da Antonio Bux, Marco Saya Edizioni, Milano 2019)

DISGRAFIE - blog di poesia a cura di Antonio Bux

Gino Giacomo Viti, giovane poeta dei castelli romani, è alla sua seconda pubblicazione poetica; anche se, a sua detta, intende questo libro come il suo esordio assoluto. Ed è un esordio dall’effetto estremo: un canto, tanto alla vita quanto all’assenza, che prende nome e forma di Charlie, un fantasma che è forse l’anima stessa del poeta, che qui si fa specchio irriflesso e insondabile, risonanza di un io altro, sedimentato fin dalla nascita e oltre la morte. Un lavoro dalla struttura poematica e dai forti connotati lirici, pur essendo dialogico, e pregno di un intercalare tra gli spazi metrici e l’abbandono, quasi fosse liturgia d’addio e di testimonianza la poesia, che da un lato si canta mentre dall’altro prende forma come preghiera o celebrazione di rito. Ma non soltanto rito inteso come solennità promessa al vacuo o prolungata litania silenziosa; ma una sorta di esorcismo teso a risanare il male…

View original post 478 altre parole

:: Non dare la corda ai giocattoli di Nicola Vacca (Marco Saya Edizioni 2019) a cura di Giulietta Iannone

Liberi di scrivere

Nicola Vacca (Marco Saya Edizioni 2019)Oltre che fine critico Nicola Vacca è un apprezzato poeta, erede delle storiche e nobili avanguardie poetiche pugliesi del Novecento tese a un rinnovamento profondo della lingua, a una rottura con il passato e la tradizione fossilizzata e pigra, vivificate da una ideologia politica vissuta come vera espressione di più alti ideali sociali e comunitari.
Non scrive in dialetto, Vacca, ma in italiano e questa scelta infonde una più netta universalità ai suoi versi che possono essere letti e compresi dalla Val D’Aosta alla Sicilia.
Non credo la nostra amicizia personale inficia l’alta stima che ho per il suo lavoro e la sua coerenza, in tempi difficili dove l’opportunismo e il cambio di casacca sembrano prevalere alle convinzioni profonde e al costo da pagare per poterle mantenere ed esprimere.
Non dare la corda ai giocattoli (Marco Saya Edizioni) è una raccolta poetica che nasce come atto di rivolta, e si…

View original post 695 altre parole

Intervista a Gabriele Galloni: L’estate del mondo

LIMINA MUNDI

73458640_575551409884754_6055755698103386112_n

Questa intervista appartiene ad un’iniziativa del blog Limina mundi che intende dedicare la propria attenzione alle pubblicazioni letterarie (romanzi, racconti, sillogi, saggi ecc.) recenti, siano esse state oggetto o meno di segnalazione alla redazione stessa. Ciò con l’intento di favorire la conoscenza dell’offerta del mercato letterario attuale e degli autori delle pubblicazioni.

La Redazione ringrazia Gabriele Galloni per aver accettato di rispondere ad alcune domande sulla sua opera: L’estate del mondo (Saya Edizioni, 2019)

  1. Ricordi quando e in che modo è nato il tuo amore per la scrittura?

Ho sempre scritto. Ma in prosa, principalmente. La poesia è venuta dopo; e ha preso il sopravvento. Era il 2012; all’epoca pubblicavo raccontini su uno di quei siti per scrittori emergenti, siti aperti a tutti, senza restrizioni. Un giorno scrissi un testo che non era né prosa né, per la forma, poesia. Me lo respinsero – primo e unico caso in quel…

View original post 926 altre parole

Regalatevi un bel libro!

promozione2

LA POESIA DEL NOSTRO PRESENTE – INTERVISTA A MARCO SAYA

SCAFFALE POESIA: EDITORI A CONFRONTO
XVIII PUNTATA

MARCO SAYA EDIZIONI

Può riassumerci in breve la storia della Marco Saya Edizioni? Quali sono, a Suo giudizio, le peculiarità che la caratterizzano?

La Marco Saya Edizioni nasce ufficialmente a gennaio 2012. L’intento è quello di affiancarsi ad altre case editrici già operanti nel settore con l’obiettivo di ampliare l’offerta di scritture contemporanee. Sottolineo questo aspetto perché spesso ci si ritrova in cataloghi/collane dove gli autori/autrici sono sempre gli stessi quasi a indicare una fissità o staticità della poesia “contemporanea” quando invece, a mio a avviso, e specialmente in questi ultimi anni sono numerose le sorprese di “astri nascenti”. Penso che il sogno, la speranza di un editore serio sia quello di avere nel proprio catalogo il “futuro Montale” e dunque la ricerca di voci che sappiano anticipare il proprio tempo presente e non dei cantori di un passato spesso copia-incollato. Interpretare, decodificare gli stimoli del nuovo millennio è sicuramente uno dei must a cui la casa editrice fa riferimento nelle letture delle opere pervenute.

continua a leggere su:

https://poesiadelnostrotempo.it/intervista-a-marco-saya/?fbclid=IwAR0eny-blNSOuLYJJTRLj0U-2OJPf8QV2z8dL31zhvN2ya2cXUMfP6b5Oac

 

Ultimissime pubblicazioni 2019

  1. Charlie di Gino Giacomo Viti (poesia) – ISBN 9788898243860 – euro 10
  2. Diradare l’ombra di Claudia Zironi (poesia) – ISBN 9788898243822 – euro 20
  3. Non dare la corda ai giocattoli di Nicola Vacca (poesia) – ISBN 9788898243846 – euro 12
  4. Il Maradagàl – 4 Numero – Rivista letteraria – ISBN 9788898243853 – euro 15
  5. Silenzio e Tempesta, poesie d’amore di Rilke a cura di Raffaela Fazio – ISBN 9788898243815 – euro 15
  6. Un’ultima cosa prima di partire di Guido Turco (poesia) – ISBN 9788898243839 – euro 8
  7. L’estate del mondo di Gabriele Galloni (poesia) – ISBN 9788898243877 – euro 12

 

http://www.marcosayaedizioni.com

acquisti@marcosayaedizioni.com

https://poesiadelnostrotempo.it/intervista-a-marco-saya/?fbclid=IwAR0lAKtBqCA0Fh1BviRAywoIazv3lKrE_Ap-Rk1w5EnrQ4eL4b4BuANZFDU